Parco Nazionale dello Stelvio

Una delle risorse turistico naturali delle quali il Bormiese può giustamente vantare è senz’ altro il Parco Nazionale dello Stelvio creato agli inizi degli anni ’60, che si estende gran parte nel territorio della Provincia di Sondrio e conta la presenza di oltre cento ghiacciai che ricoprono un decimo del suo territorio.

L’altitudine del Parco è compresa tra i 650 m. e i 3899 (Monte Ortles); la vegetazione si articola perciò in diverse fasce che si susseguono mutando fisionomia e composizione secondo la quota ed altri parametri ambientali. Quest’area è il regno dell’aquila reale (simbolo del Parco), della marmotta e ovviamente del camoscio, del cervo, del capriolo e dello stambecco.

Per un’immersione totale nell’ambiente si ha la possibilità di scegliere tra una serie di itinerari, opportunamente segnalati, dai più semplici per bambini e anziani ai più impegnativi per l’alpinista provetto.
Le visite guidate si effettuano, accompagnati da qualificate guide, durante tutto l’arco dell’anno, anche nella stagione invernale con le caratteristiche racchette da neve.
Per coloro che amano camminare tra i ghiacci, segnaliamo il sentiero glaciologico che interessa lo splendido anfiteatro naturale del ghiacciaio dei Forni, il più grande delle Alpi!

Uno spaccato della ricchissima flora alpina del Parco Nazionale dello Stelvio è rappresentato dal Giardino Botanico Rezia che si trova appena fuori Bormio. Qui vi sono raccolte centinaia di piante, fiori ed erbe che crescono non solo nel Parco dello Stelvio, ma anche in altre zone montuose del mondo.

Già che siete in zona, in prossimità del Giardino Botanico “Rezia” Vi consigliamo di visitare il Museo Mineralogico naturalistico dove è esposta una ricchissima collezione di minerali e cristalli della zona nonché la fauna che popola il nostro Parco.